L'opinione di Giovanni Saracco

3 nov 2016

In morte di Tina Anselmi.

Staffetta Partigiana dopo essere stata costretta a vedere l'impiccagione di combattenti per la Libertà ad opera dei nazifascisti durante la Lotta di Liberazione.

Sindacalista della Cgil e della Cisl; parlamentare per diverse legislature con la Democrazia Cristiana, prima donna ministro:

Istituzionalmente impegnata nell'accertare e perseguire finalità reazionarie contro la democrazia di logge massoniche segrete a partire dalla P2 di Licio Gelli, con dentro personaggi inimmaginabili: generali, ministri, altri ruoli importanti dello Stato ed altre miserie altolocate alla mercè di un bandito-azzeccagarbugli quale fu Gelli.

Giusta, equa, rigorosa, perseverante, etica. Alto senso dello Stato come servizio soprattutto a difesa e promozione dei deboli.

Grande lavoratrice, squisita persona, attiva nel promuovere ed affermare pari opportunità tra i generi.

Cristiana praticante testimoniandolo nella vita di tutti i giorni.

Annoverabile tra quanti hanno vissuto al meglio di sé faticando e gratificandosi dal piacere di farlo.

Riconoscente imperituro esempio e ricordo.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.