9 apr 2020

Martedì 31 marzo.

Martedì 31 marzo 2020 alle 21:37 si è chiusa l'esistenza terrena di Giovanni Saracco.

Tra i suoi desideri c'era quello di riserbo e quindi mi aveva dato disposizione di non comunicare la sua dipartita ai Lettori dell'Opinione.

Ho scelto consapevolmente di non dare corso a questo suo desiderio per rispetto nei confronti dei Lettori: è giusto che Essi sappiano ciò che è accaduto.

Ciascuno di noi avrà modo di riflettere, nell'intimo suo, circa l'esempio e le parole che Giovanni ha dispensato nei lunghi anni della sua feconda esistenza.

Giovanni sarà ricordato, pubblicamente, nel primo anniversario della sua scomparsa presso la Chiesa Parrocchiale di Villafranca d'Asti.

Con oggi chiudono definitivamente l’Opinione e il blog giovannisaracco.blogspot.com.

Vi abbraccio.

Giorgio Saracco

 

24 mar 2020

Il quotidiano di ciascuno è quello che è.

Stiamo capendo bene che “nessuno è nato imparato” ma se si continua a non imparare si resta indietro nelle cose della vita.

Viviamo in un contesto cosmico infinito insieme ad una moltitudine di altre specie, batteri e virus a profusione compresi, in un equilibrio dato che siamo chiamati a rispettare.

Il quotidiano di ciascuno è quello che è.

Possiamo incrociare il Papa claudicante e pensieroso a passeggio per Roma con soste ad impetrare l'aiuto del Padre.

Oppure alle prescritte distanze di un metro tra ognuno di loro alcuni giovani fumano qualcosa di piacevole mentre le loro ombre s'allungano nell'incipiente silenzioso annottare.

Piuttosto di rimbrotti aiuti reciproci a fare meglio le cose ed evitare la consunzione da preoccupazione.

Dovrebbe trovare il suo equilibrio anche il giovane e baldo Simplicio che preso dalla fregola gli basta catalogare le persone simpatiche e antipatiche a lui per sentirsi a posto.

Curarsi tutti al meglio per farcela; sommo rispetto, riguardo attenzione per quanti pongono a disposizione tempo, competenze, saperi: Etica e deontologia sono una garanzia per tutti.

La sera del 10 marzo scorso Angela Merkel ha parlato alla Germania da leader umano e politico qual è ed ha concluso: prendetevi cura di voi stessi e dei vostri cari e la Germania farà di tutto per aiutarvi in questa vicenda che non ha eguali dalla fine della Seconda guerra mondiale, allargando lo sguardo fecondo ai Continenti.

Solo l’uno per cento (1/100) dell'acqua esistente sulla Terra è naturalmente potabile ed è sempre la stessa. Averne cura è priorità assoluta.

Donald Trump ha stanziato una quantità enorme di dollari per illudersi di tenere al riparo gli statunitensi dal coronavirus senza considerare che esso non conosce confini. Quindi dovrà tornare sui propri passi ed aggiungervi solidarietà, giustizia, umanità, amicizia, fiducia stima e qualcos'altro allargando generosamente lo sguardo fuori dagli Stati Uniti perché il tutto funzioni.

Al nostro sistema immunitario piacciono le coccole e le cose belle, buone, piacevoli; ricordiamoci di somministragliele con dovizia.

 

16 mar 2020

Affacciati alle finestre del Mondo.

In questi giorni chiusi in casa e costretti dal coronavirus a fare le cose “in remoto” cioè stando al di fuori di normali contesti lavorativi e nelle circostanze che ci portano fuori casa tenere almeno un metro da ogni umano che s'incontra, non siamo per buona sorte impediti di pensare, riflettere, divagare, immaginare, sognare.

E farlo tenendo conto del coronavirus che questo ci “costringe” a fare per ammalarci di meno: meno rapporti possibili con altre persone che rappresentano normalmente l'essenza del nostro modo di vivere.

Alla ricerca di una “normalità” altra con un virus sconosciuto ma che sappiamo pandemico dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, cioè già presente su tutta la Terra.

Un virus pravo che non conosce confini e in pochissimo tempo s'è fatto sentire in ogni anfratto della nostra benedetta Madre Terra.

Quando ne sapremo a sufficienza realizzeremo ed utilizzeremo il vaccino (tra parecchi mesi), nel frattempo dobbiamo arrangiarci a contenerlo con quello che abbiamo di macchinari e farmaci. Tenendo conto che aggredisce i nostri polmoni.

Attrezzandoci mondialmente per uno sviluppo nuovo che poggi su modi di produzione e stili di vita giusti e coerenti che privilegino la qualità della vita e del prodotto.

Straconvinti che il male arriva di soppiatto, quasi all'insaputa mentre il bene ha bisogno del contributo di tutti per prendere corpo, affermarsi, prevalere.

Agendo come se già adesso il Mondo fosse una confederazione di tutti i circa 200 Stati di cui è costituito e che il destino ha posto di fronte ad un problema comune mai presentatosi prima.

Che per essere risolto richiede il contributo di tutti i 7 miliardi di quanti siamo.

Magari partendo da modesti ma significativi esempi come l'applauso a  mezzogiorno del 14 marzo scorso affacciati alle finestre del Mondo per ringraziare tutte le Persone ed il Personale dei vari servizi che rende possibile il miracolo cui stiamo partecipando.

11 mar 2020

Nessuno sia o si senta trascurato.

Non fare agli altri quello che non vorresti  fosse fatto a te.

Vivere significa fare prevalere il bene sul male tutti i giorni anche di poco.

Tutti siamo in grado di fare questo a partire da quello che ciascuno è e fa.

Il genere umano nel suo divenire storico ha acquisito caratteri di socialità istintivi e ragionati che lo contraddistinguono da ogni altra specie vivente.

Arriva il coronavirus una minaccia finora sconosciuta che ha come scopo infettare e propagarsi e utilizza quello che la specie umana ama: parlarsi, stringersi la mano, abbracciarsi, baciarsi e altro più intimo e personale.

Siamo giunti a capire questo e questo bisogna fare: peccare di omissione di umanità per redimersi da una presenza antiumana che di più non si potrebbe!

Si dice che è già capitato abbastanza recentemente e  passerà: allo stato si tratterebbe di contenere i danni il più possibile.

Ma questo virus ci aggredisce in modo nuovo, più sofisticato ed implicante che non ammette banalizzazioni e trascuratezze, ma richiede la messa in campo di tutte le intelligenze ed i saperi di cui disponiamo per controbatterlo e la volontà ferma che nessuno sia o si senta trascurato.

Facendo le dovute proporzioni la situazione ha a che fare con il ricatto del Diavolo verso Cristo che dopo averlo trasportato su un'alta cima ed avendogli fatto osservare il vasto intorno glielo offre purché si sottometta e lo adori.

Cristo l'ha trattato per come si meritava, fino ad offrirsi olocausto in croce per dare nuova vita a tutta l'Umanità.

A noi non si chiede di arrivare a tanto.

 

2 mar 2020

Coronavirus.

Dirò quanto m’è parso di capire del coronavirus e di quanto gli gira intorno nel Mondo globale dove il battito d’ali di farfalla può generare tsunami agli antipodi.

Non si sa ancora bene come ma all’inizio del 2020 in una città di parecchi milioni di abitanti della Repubblica Popolare Cinese si è manifestato un virus sconosciuto, una sorta di nuova influenza, subdolo nel presentarsi e trasmettersi da persona a persona.

Ad oggi se ne conoscono alcune caratteristiche ed i Centri di Ricerca lavorano per saperne di più e predisporre quanto serve per contrastarlo e ridurre il pericolo che porti alla morte di quanti si ammalano. Attualmente il tasso di mortalità è circa dello 0,7%: ogni 100 persone ammalate meno di una muore.

Finora si è accertata la presenza del virus in quattro continenti: Asia, America, Africa, Europa.

Paradossalmente i pericoli maggiori oggi sono dovuti alle incertezze che portano a comportamenti emotivi, mentre è necessario che ciascuno utilizzi prudenza e norme igieniche elementari ad hoc impartite da quanti compete, per contribuire al contenimento del fenomeno e della sua pericolosità.

In questo senso l’Italia sta facendo le cose bene e il Ministro della Salute, Roberto Speranza, si è dimostrato all’altezza, insieme a quanti sono istituzionalmente chiamati ad occuparsene.

Appena si avverte la tendenza alla riduzione delle persone infette si può tornare gradualmente alla normalità con giovamento complessivo, economia compresa; e qualità della vita già una sorta di farmaco in sé.

Se poi arrivasse il vaccino si trasformerebbe il pericolo nell’opportunità di imparare come ci si deve comportare in tutti i casi di importanti problemi globali.

In un Mondo considerato nella sua sostanziale unitarietà, in cui le differenze sono una ricchezza perché sollecitano l’espressione del meglio di ciascuno per trovare le giuste soluzioni per tutti.

 

24 feb 2020

Il Ponte di Genova.

Il Ponte di Genova in costruzione che sostituisce il viadotto Morandi è stato progettato dallo Studio dell'architetto Renzo Piano, senatore a vita che desidera chiamarlo così, tenendo conto di quanto è successo in oltre mezzo secolo di funzionamento e del suo tragico epilogo.

È realizzato da Impresa che ha consuetudine con tali manufatti ed il sindaco di Genova Bucci è garante che sarà ultimato entro il corrente anno.

Campate con strutture prefabbricate in acciaio – una sorta di Lego gigante – appoggiate su una fila di piloni. L'insieme è concettualmente impegnativo ma reso di agevole comprensione, gradevole in sé e nel contesto, funzionale.

C'è attesa e attenzione per come sono organizzati e condotti i lavori perché li si assume a dimostrazione che quando si è messi alle strette si è capaci di fare le cose come si deve ed anche belle da “Made in Italy”, in tempi contenuti, spendendo il previsto, utilizzando il meglio dei materiali e della tecnologia, di agevole accesso per interventi manutentivi nel corso della sua lunga vita.

Qualità e modalità che danno così buoni risultati potrebbero essere applicate agli interventi sul patrimonio pubblico e su opere di interesse generale fino a diventare procedure essenziali che li disciplinano, sostituendo le obsolete normative in atto, valorizzando le capacità, il senso di responsabilità e la qualità dei rapporti tra chi vi ha mano a valere anche come garanzia sostanziale.

C'è di più.

Il Bello, Buono, Giusto sono anticorpi che dissuadono i mali intenzionati dall'infiltrarsi perché è insostenibile la pochezza della loro proposta rispetto al galvanizzante risultato che si sta realizzando sotto gli occhi di tutti.

17 feb 2020

Come se fossero un solo Stato.

L'immagine di Xi Jinping Presidente della Repubblica Popolare Cinese con la mascherina per ridurre il rischio di esposizione al virus della nuova influenza (“coronavirus”) visibile sui media di tutto il Pianeta ha fatto capire che il morbo non ha confini e che per opporvisi con successo bisogna agire all'unisono.
Cioè i circa 200 Stati della Terra devono operare come se fossero un solo Stato.
Perché se ognuno andasse per proprio conto, o peggio cercasse di avvantaggiarsi dalle difficoltà altrui, sarebbe soccombente con la pandemia fuori controllo.
In questo caso il Mondo ha deciso di operare in modo solidaristico ed è cosa buona perché ognuno esprime il meglio di sé per sé e per tutti.
Inoltre ci si educa a ragionare così in altri casi finora insoluti che angustiano i diretti interessati a riprova che si può migliorare.
Ci sarebbero le condizioni per sviluppare ricerca e prevenzione per evitare eventi gravi attuando la manutenzione di nostra Madre Terra come pratica normale e ordinaria.
Rivedendo il concetto di sicurezza in quanto non si avrebbero più nemici  da cui difendersi ma amici in difficoltà da aiutare oppure che hanno sbagliato affinché non capiti più.
Con risorse da investire in cose buone come la produzione di energia da fonti rinnovabili senza generare anidride carbonica (CO2) che è la causa del patologico aumento della temperatura media dell'atmosfera da riportare a valori compatibili con quelli naturali, cioè essere ridotta 1-1,5 gradi centigradi nel volgere di pochi anni.
Conservando il patrimonio vegetale con investimenti che lo valorizzino anche produttivamente, specie nei pressi di insediamenti urbani che ne sono carenti.
Utilizzando il progresso tecnologico per migliorare la qualità della vita contenendo ritmi, ansie, preoccupazioni, timori in limiti fisiologici; sviluppando socialità, fiducia, affidabilità.
Consapevoli che fare prevalere il Bene sul Male anche di poco continuerà ad essere l'obiettivo da conquistare tutti i giorni.
Ma non più in modo schizofrenico, cioè come aggiunta virtuosa al resto comunquessia perché bisogna pur campare, ma vissuto già come un tutto che ispira, come piacerebbe ad ognuno.

12 feb 2020

Moglie e buoi dei paesi tuoi.

La fondamentale istituzione famiglia è mai stata così sotto tiro. Diminuiscono i matrimoni e la loro durata e per ognuno nascono in media 1,30 figli: troppo pochi per riprodurre nel tempo quanti siamo attualmente in Italia.

Intanto mettiamoci insieme e vediamo come vanno le cose. Poi ci si sposa con il gran da fare di entrambi i coniugi per sbarcare il lunario, ritmi convulsi e logoranti e incertezze. L'opportunità di incontrare e conoscere una pluralità di persone con amicizie e simpatie, mentre con l'abusata parola “amore” non si sa ben distinguere tra quello unico di coniuge da tutti gli altri, importanti ma in sott'ordine.

La quantità di ormoni maschili corrisponde ma si è ridotto di molto il numero degli spermatozoi e la loro vitalità così da rendere problematico per l'ovulo femminile trovare quello desiderato da cui farsi fecondare.

La globalizzazione in corso rende obsoleto il vecchio adagio: “moglie e buoi dei paesi tuoi” un po’ rozzo ma che lasciava ben intendere che bisognava capirsi bene anche negli aspetti più reconditi che solo frequentazioni assidue e attente consentono.

Si tratta solo di cenni che però hanno indotto papa Francesco a suggerire ai coniugi di conoscere meglio l'utilizzo dei rispettivi corpi sia per procreare figli che per ricavarvi piacere fine a se stesso.

È necessario destinare al coniugio più tempo e migliore qualità, essere  entrambi intraprendenti e pazienti, donarsi generosamente e senza soggezione alcuna interpretando al meglio i desideri dell'altro assecondandoli.

Circa le amicizie non concupire. Anche perché non c’è nulla di rispettoso e lecito che si possa immaginare di fare che non posso essere fatto liberamente tra coniugi consenzienti.

Senza mai coartare la volontà altrui, anche abusando di un sapere più convincente, che va utilizzato semmai per aiutare il coniuge a comprendere meglio per decidere consapevolmente.

Perché il matrimonio e la famiglia che ne consegue sono l'avventura per eccellenza ricca di novità, sorprese gioie e dolori.

Da temperare concorrendo per quanto si sa e può a determinare gli orientamenti di massima per generare nuova buona vita in modo gaio e gratificante.

 

7 feb 2020

Recondite interessanti qualità.

I drastici limiti patologici al parlare sollecitano osservazioni, attenzioni, riflessioni circa le persone che si conoscono di cui si scoprono recondite interessanti qualità.

- Poco più che sessant'anni, sardo, fisicamente essenziale, molteplicità di mestieri svolti ora disoccupato con “reddito di cittadinanza”, amico di tutti si presta per piccole collaborazioni, parsimonioso di natura, qualche sigaretta visione positiva della vita cui concorre ogni vivente: umano, animale, vegetale. Risponde a qualche sgarbo porgendo l'altra guancia: “male non fare paura non avere” è il suo motto. Mosso da convincimenti maturati a sistema con l'esperienza; e chi gli volesse fare male a doversi preoccupare.

- Venditore di fiori sostando con piccolo motomezzo agli angoli delle strade, cinquantenne, un omone. Conosce il mestiere ha prodotti di qualità, educato nel tratto consiglia a richiesta: Deve guadagnarsi da vivere. Non incattivito dalle difficoltà; non approfitta del suo sapere per avvantaggiarsene a danno altrui.

-  Sui sessantacinque custode di stabile, informato su quanto lo circonda ed oltre; riservato, disponibile e di fiducia: come un maggiordomo. Utilizza quanto sa e continua ad imparare per svolgere al meglio il proprio lavoro tra il tecnico tuttofare e lo psicologo; se ne giova anche l'autostima. Ora è in grado di effettuare  interventi di primo soccorso suscettibili di salvare vite umane.

- Barista ultra cinquantenne, albeggia ed è già all'opera in qualsiasi condizione meteorica. Servizio anche a domicilio: caffè, cappuccini, cornetti, gelati e prodotti esclusivi frutto del suo ingegno e fantasia. Lì da lustri conosce vita e miracoli  degli abituali frequentatori. Soddisfa i gusti più originali sorprende e diverte con battute argute.

- Conduce una edicola il più avanti negli anni; erano due l'altra ha chiuso da tempo. Quotidiani degli abbonati in buca. Laureato, in gioventù ha diretto del Personale. Cerca da tempo finora senza successo persona giovane a collaborare ed eventualmente subentrare nella gestione. Intanto continua lui imperterrito a garanzia.

- Parrucchiere calabrese, meno di cinquanta. Già ragazzo di bottega col titolare precedente professionalmente scrupoloso di pensiero socialista riformista, che insieme al mestiere gli ha insegnato a vivere bene con gli altri così come sono anziché come ci piacerebbe fossero. Diventato a suo volta bravo mettendoci del suo. In negozio si sta volentieri anche ad attendere il proprio turno.

Figli di genitori arrivati dal sud Italia negli anni cinquanta e sessanta del secolo scorso, trovando affissi sulle porte delle case biglietti: “Non si affitta a meridionali”.

Molti ragionarono meglio e lungimiranti affittarono.

 

6 feb 2020

Angela.

Dovessimo scegliere la persona del giorno nel mondo occidentale sulla base dei comportamenti e dei risultati ottenuti negli ultimi tempi con riferimento al proprio ruolo politico, la scelta non potrebbe che essere la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Capace di cavare il meglio per l'interesse generale ed il bene comune dalle situazioni in cui ha operato: modesta, convinta e convincente, attenta alle altrui ragioni, esemplare nella sintesi cui è giunta, impegnando di fatto la Germania nazione di punta del nostro continente a fungere da paciere.

Nella Libia del dopo Gheddafi si sta faticosamente cercando la strada ed il ruolo che le si addice nel Mondo globale.

Attualmente solcata da lotte intestine per disporre del petrolio e dell'utilizzo da farsi dell'affaccio sul Mediterraneo, sbocco oggi ambito da quanti fuggono da violenze, fame, miseria e gestito da malviventi e affaristi della peggiore risma.

Con una Conferenza organizzata a tamburo battente Angela Merkel ha ottenuto una tregua d'armi ed a fatto ragionare i convenuti per una soluzione che consenta alla Libia di mantenere l'unità statuale operando in progress verso la democrazia, con una forza di interposizione espressa probabilmente dall'Unione Europea.

Con attualmente al vertice del proprio governo la signora Ursula von der Leyen già ministra di Angela Merkel, che si è guadagnata i galloni nell'Unione Europea costituendo un governo di Commissari competenti con parità tra donne e uomini. Praticando una politica di sviluppo dell'europeismo con proposte federative, cioè sempre più Europa con il meglio di tutti gli Stati che vi aderiscono fino a realizzare una entità continentale di oltre 450 milioni di abitanti

In grado di competere positivamente con i colossi del Mondo globale che ad oggi hanno una concezione piuttosto datata del proprio ruolo, se si guarda alla Repubblica Popolare Cinese agli Stati Uniti d'America ed alla Federazione Russa.

Se infine ci si confronta sulla qualità della vita e sulla possibilità che tutti possano concretamente accedervi; ebbene anche da questo punto di vista ad Angela Merkel  vanno riconosciuti meriti.

28 gen 2020

La gatta frettolosa fa i micini ciechi.

Circa l'esito delle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria non si hanno ancora dati definitivi, ma non saranno tali comunque da modificare sostanzialmente quelli che gli exit poll e le proiezioni hanno già individuato.

Emilia Romagna.

Continuerà Bonaccini (centrosinistra) che ha vinto con una percentuale tra il 48% e il 52%.

La Signora Borgonzoni antagonista (destra) si fermerà tra il 43% e il 47%.

Il referendum sulla sua persona ed il resto del mondo inteso tale da Salvini si è rivelato un boomerang che ha posto a nudo la sua pochezza propositiva per cambiare in meglio la già più che buona amministrazione di centrosinistra. Che dovrà tenere conto e valorizzare il nuovo protagonismo dal basso già espressosi in quest'occasione.

Alla destra non ha giovato l'accentramento del potere e della visibilità su Salvini che, anzi, ha concorso a  portare alle urne quasi il 70% degli aventi diritto in parte preoccupati dalle modalità bonaccione di Salvini ma sostanzialmente poco democratiche durante la campagna elettorale. "Se tanto mi da tanto adesso figuriamoci dopo" si immagina sia stato il pensiero di non pochi tornati a votare.

Calabria.

Ha vinto Jole Santelli (destra) con una percentuale tra il 49% ed il 53%.

Filippo Callito (centrosinistra) l'antagonista si fermerà tra il 31% e il 35%.

Intorno al 9% i voti ottenuti dal M5S.

L'affluenza è stata inferiore al 50% (pochi o troppi gli stimoli per votate o tornare a farlo).

La Calabria realtà con mille problemi e mille e una capacità di affrontarli e risolverli, ponendo tra le priorità il lavoro, la salute, la qualità dei servizi socio-sanitari; chiedendo fiducia sulla capacità di fare un'opposizione critico-propositiva.

Conclusioni.

Ricordando sempre  che la stella polare è la nostra Costituzione, cui dà una mano la saggezza popolare, cioè quanto si è già imparato dagli errori fatti:  "Chi troppo vuole nulla stringe". Mentre: "La gatta frettolosa fa i micini ciechi".

27 gen 2020

Non hanno i soldi per andare in treno a Roma al concorso.

Più e meglio di un tempo i giovani inducono, sollecitano, spingono chi ha il potere ad esercitarlo per costruire un Mondo a misura di fantasie, desideri, necessità, bisogni di cui sono portatori.

A partire dai migranti che muoiono ancora prima di arrivare alla “terra promessa” od immaginata tale; per quanti consegnano in bicicletta pizze a domicilio al ritmo di una ogni 10 minuti; ai laureati con 110 e lode che non hanno i soldi per andare in treno a Roma al concorso dove in 200 mila si contendono 2 mila posti di lavoro.

Essi hanno già dalla loro parte gli anziani “svegli” che capiscono l'importanza dei giovani nel Mondo in continua e veloce evoluzione che non deve lasciare persone sole.

Si vede ad occhio nudo che i giovani sono considerati una forza buona dove c'è attenzione e rispetto per la qualità della vita: dal Vaticano con Papa Francesco ai reali d'Inghilterra Regno Unito ove la Regina fa addirittura da sponda alle esigenze di emancipazione dei suoi nipoti, senza nepotismo o favoritismi che dire si voglia.

Mentre in Iran, dove governa un regime teocratico, i giovani stanno facendo la loro parte per il cambiamento e lo sviluppo pagando anche un pesante tributo di morti e incarcerati. Dove essi attingano per pensare cose buone e traggano le energie per reggere dio solo sa. Certo c'è un idem sentire, una cultura di fondo che li accumuna e le disagevoli condizioni di vita, nonché il fatto che un terzo della popolazione ha meno di trent'anni.

In Italia si avvertono segnali incoraggianti dai partiti - tra i primi il Partito Democratico - di porsi come riferimento e supporto dello sviluppo desiderato accogliendo quanti desiderano operare con retti intendimenti per realizzare il dettato costituzionale, specialmente ove esso dispone con lungimiranza che lo Stato è al servizio dei cittadini per garantire i diritti e l'ottemperanza dei doveri; ed una vita dignitosa per tutti con il frutto del proprio lavoro.

In un rapporto fiduciario tra Stato e cittadini che non viene mai meno e si rafforza nel tempo

Le alleanze parlamentari necessarie per realizzare questi obiettivi conterranno in modo chiaro quanto occorre; a partire da governi caratterizzati da competenze specifiche per fare bene quanto ci si prefigge.

Avvicendando all'occorrenza le persone nei vari ruoli, certi che chi sopravverrà proseguirà il percorso tracciato.

Con i giovani a garantire il tutto dentro e fuori dai partiti che se ne sono assunta la responsabilità.

In democrazia sempre, memori che finora nel Mondo non abbiamo costruito di meglio per potere partecipare tutti alla realizzazione di una convivenza civile felice, sulla fiducia ed estesa al Mondo globale in continuo divenire.

 

 

 

9 gen 2020

Nessuno può farsi giustizia da sé.

È diffusa tra i giovani la conoscenza che su Madre Terra le cose sono così ecoambientalmente e vitalmente interrelate che il batter d'ali di una farfalla può causare uno tsunami agli antipodi. Talché diventa ineludibile tenerne conto fin d'ora in vista della  costruzione del Mondo globale in divenire.

E che l'art. 11 della nostra Costituzione recita: "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà di altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia tra le Nazioni, promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo".

Mentre la "Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo" adottata e proclamata dall'Assemblea delle Nazioni Unite  il 10 dicembre 1948 riconosce e garantisce ad ogni persona diritti come non mai prima di allora.

È infine notorio che nessuno può farsi giustizia da sé.

Stando così le cose l'uccisione del generale iraniano Soleimani e di quanti erano con lui in automobile - autorizzata personalmente dal Presidente USA Trump, perché ritenuto responsabile di preparare attentati contro  cittadini statunitensi - rappresenta un grave vulnus etico ed un arretramento rispetto alla politica del precedente presidente Obama giunto al trattato con l'Iran di non proliferazione atomica lungo il percorso verso il Mondo globale in pace, dando il meglio di sé e della democrazia USA con l'occhio lungo, consapevole dell'importanza e del buon esempio che esso rappresentava.

Invece Trump s'è inventato un perverso "fai da te": il contrario, l'opposto della giustizia rettamente intesa.

In uno scenario internazionale in cui soffiano venti di guerra che vanno semmai tenuti a bada e sarebbe già un mezzo miracolo riuscirci.

Che potrebbe diventare intero se l'Unione Europea si attivasse come mediatrice autorevole, affidabile. efficace.

6 gen 2020

Spunti.

Buon Anno 2020.

DIO. Per le religioni monoteiste ce n'è uno solo ed è il medesimo. Avvicinandosi il tempo per partire per il mondo dei più ed in attesa di cosa sarà può aiutare a vivere meglio già qui.

PACE. Presuppone che gli oltre 7 miliardi che siamo dispongano di cibo ed acqua sufficiente per vivere dignitosamente tutti i giorni. Nel frattempo pare non male che i soldati siano utilizzati per pacificare, fiduciari. Come fanno quelli italiani ed altri con sigle diverse in varie parti del mondo.

AFRICA. Continente dove c'è di tutto in alto grado: vitalità e sofferenza. Intanto fare prevalere la vitalità tutti i giorni un po’ di più. Anche nel piccolo. Basta un euro al giorno per persona per andare a scuola e mangiare un pasto. Con adozioni a distanza per esempio od aiutando le benemerite organizzazioni no profit che se ne occupano.

UNESCO. Dichiarazioni di beni Patrimonio dell'Umanità per salvaguardarli. La foresta amazzonica tra questi. Subito. Con le persone che ci vivono. Ragionandoci.

GIOVANI: Sono il futuro del Mondo. Devono potere vivere questa loro temporanea condizione al meglio per sé e per tutti già da piccoli. Imparando ciascuno a modo proprio a conoscere fin dove via via spingersi.

VECCHI. Testimoni del loro tempo per migliorare tutti nel bene e non ripetere gli stessi errori.

QUALITA'. Solo questa nella finitezza di Madre Terra è infinita ed è piacevole produrla buona e goderne insieme. Considerando che le persone normali utilizzano solo il 10-15% della propria capacità di produrne ci sono le condizioni per migliorare.

FAMIGLIA. Sempre più importante nella forma e con le modalità che le esigenze della vita disporranno. Purché al suo interno prevalgano amore e generosità concretamente vissute ed il buon esempio.

AMORE. Concorrere a realizzare il bene altrui nel quale c'è anche il possibile di bene per sé. Implicito Scoprirlo è il paradiso.

VITA. C'è chi vive pochi minuti e chi cent'anni e più. Solo tempi diversi per comunicare l'essenziale di sé?

FUTURO. Nessuno sa come sarà prima che sia. Tutte le vite concorrono a produrlo. Parteciparvi con la consapevolezza di cui si è capaci parrebbe la strada giusta.

30 dic 2019

Sardine.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, le centinaia di migliaia di "Sardine" (la politica come gioia di esserci) e i seguaci di Greta Thunberg (rassettare l'ecoambiente di Madre Terra) sono stati tra i primi a cogliere i segni del tempo, che cioè la saggezza popolare: "Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare" non dissuade dall'impegno ma esorta i giovani a tenere conto che le parole diventano fatti utili, giovevoli, necessari solo lavorando sodo e con paziente e sagace determinazione.

E che questa partita è nelle mani dei giovani, mentre a tutti compete cooperare per raggiungere gli obiettivi desiderati, evitando di ripetere gli errori fatti.

Per esprimere il suo pensiero il Capo dello Stato utilizza le occasioni che gli si presentano. Tra la più recenti il tradizionale scambio di auguri di Natale e Capodanno con gli Ambasciatori, che fanno uso corrente delle parole per dialogare, intendersi, convenire utilizzando umanità, educazione ed il cervello innanzi tutto. Cioè compiendo lavoro umano in contesti sempre più ampi che hanno ormai dimensioni continentali.

Quindi il lavoro umano come espressione indispensabile e contesto europeo di appartenenza per esprimere il meglio.

Caldeggiando Mattarella, Greta e le "Sardine" il dialogo, confronto e cimento per stimolare il meglio di ciascuno anche come scuola di vita.

Tutto da conquistare ma mentre si conquista si vive, ci si emoziona e si capiscono meglio le cose. Tutto questo è possibile se c'è libertà di muoversi, ricercare, confrontarsi; disciplinando il necessario, sviluppando consapevolezza e senso di responsabilità

Non un prima di fatica quindi e dopo il godimento, ma un durante in cui le due condizioni sono sempre di più compresenti, come connaturate.

Coerenti e rispettosi come umani di un ordine cosmico di cui partecipiamo.

Probabilmente i soli a potercene avvalere con cognizione di causa.

 

24 dic 2019

Donne.

La complessità e quantità di problemi del Mondo globale, oltre all'equa ripartizione tra generi, richiedono una maggiore partecipazione delle donne a tutti i livelli nei luoghi e ruoli in cui si decide cosa fare. Il loro coinvolgimento auspicabile e positivo ha ricevuto impulso ancora recentemente.

Alcuni esempi tra i tanti.

Aung San Suu Kyi, birmana già Nobel per la pace, attuale Ministra degli Esteri, unica donna in un governo accusato di reprimere i Rohingya minoranza della popolazione di religione musulmana. Ha recentemente testimoniato al Tribunale dell'Onu che ci possono essere stati eccessi della polizia nella lotta al terrorismo con morti e feriti tra la popolazione. Si è in attesa delle decisioni cui perverrà la Magistratura adita.

Ursula von der Leyen, tedesca recentemente designata Presidentessa della Commissione (Governo) dell'Unione Europea caratterizza il suo ruolo  paziente e determinato nel proseguire la costruzione del Continente, a partire dalle diversità statali di cui è formato considerate stimolo e ricchezza di apporti, idoneo ad assumere ruoli importanti per un Mondo globale in pace, solidale, libero in cui tutti possano vivere con il frutto del proprio lavoro.

Greta Thunberg, svedese, 16 anni; la rivista Usa “Time” l'ha messa in copertina come persona dell'anno per il suo impegno a riportare nella norma la temperatura della Terra ora pericolosamente aumentata per il dissennato utilizzo delle risorse fossili. Se non cederà alla stanchezza o altre difficoltà l'obiettivo potrà essere raggiunto perché molti giovani di tutto il mondo hanno raccolto il suo messaggio ed agiscono di conseguenza.

Il Calcio femminile diventerà professionistico. Un passo avanti se non scimmiotta quello maschile che lo è già. Evitandone gli eccessi anche di denaro oltre che di razzismo organizzato sugli spalti.

Christine Lagarde, francese Presidentessa della Banca centrale europea (Bce) subentrata a Mario Draghi per fine mandato, ha rilasciato recentemente una dichiarazione emblematica del tipo: io sono me stessa e tale rimango anche in un ruolo importante. Che sappia fare bene è dimostrato dai suoi trascorsi in ruoli apicali del Fondo Monetario Internazionale.

Sanna Marin, finlandese, 34 anni recente premier più giovane del Pianeta. Scelta per le sue capacità e umanità. Svolge questo ruolo in una società ordinata in cui le persone si sentono a proprio agio. L'integrazione dei migranti è un fiore all'occhiello.

Marta Cartabia, italiana Presidentessa della Corte Costituzionale della quale è stata membro e vice presidentessa. Le si riconoscono ottime capacità ed il suo impegno per la parità tra i generi e la loro complementarietà.

A Riad (Arabia Saudita) le donne dopo avere ottenuto il permesso di guidare l'automobile ora possono anche andare al ristorante da sole. Sono in corso ulteriori riconoscimenti.

20 dic 2019

Nato.

Dai giornali ed altri media deduco che il vertice dell'Alleanza atlantica (Nato) tenutosi a Londra il 3 dicembre 2019 sia andato pressappoco così.

Discusso e deciso sull'ordine del giorno spingendosi fino a proporre alla Repubblica Popolare Cinese di entrare nei patti sul disarmo e redatto il relativo verbale – carta canta villan dorme - ci sono state nel corso dei lavori alcune pause che i convenuti Capi di Stato e di Governo hanno utilizzato per sgranchirsi le gambe, parlarsi a ruota libera per conoscersi meglio e dirsi anche cose non strettamente attinenti gli argomenti trattati.

Magari capitando nel crocchio giusto si sarà sentita qualche barzelletta, parvenze o addirittura golosi pettegolezzi, sintomi positivi che per decidere bene cose importanti bisogna restare umani.

Boris Johnson padrone di casa ha certamente alluso – lingua batte dove dente duole - alle difficoltà che incontra per ottenere  l'uscita concordata del Regno Unito dall'Unione Europea; mentre Donald Trump visibilmente contrariato dall'indagine in corso per metterlo in stato d'accusa anticamera del impeachment a casa propria, ha patito alcune battute scherzose su di lui espresse nel gruppetto col canadese Justin Trudeau, Emmanuel Macron, lo stesso Johnson ed il premier olandese Mark Rutte.

Per parte sua Angela Merkel è stata attenta a spendere bene credibilità ed autorevolezza di cui gode in Germania e la Germania nel Mondo.

Da  buon commerciante Donald Trump non ha perso comunque l'occasione per promuovere l'acquisto di prodotti informatici Usa di ultima generazione, lasciando intendere che quelli cinesi verso i quali sono orientati alcuni Paesi tra cui l'Italia, non possano garantire la riservatezza del servizio cui sarebbero destinati.

Affari e sicurezza della quale afferma di avere parlato anche con il nostro Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che a sua volta precisa trattarsi di decisione da assumere con gara internazionale la cui stringente normativa escluderebbe qualsiasi pericolo.

Il Vertice avrebbe confermato l'attualità come deterrente moderno della Nato nello scacchiere globale che continua a fondare il suo esistere sulla fiducia tra gli Stati che ne fanno parte e l'uso assennato della responsabilità che la  guida.

Tanti belli AUGURI a tutti di lieto Natale e Capodanno.

11 dic 2019

Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.

È liberatorio dircelo: cerchiamo prima in noi stessi la causa di quanto non va, ricordando che:

Chi semina vento raccoglie tempesta.

Tutti i nodi vengono al pettine.

Chi è senza colpa scagli la prima pietra.

Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.

Sardine: persone autoconvocate in piazza per discutere di come va la politica. Fa venire in mente le acciughe e l'acciugaio del tempo che fu sul mercato: le prendeva per la coda, due colpetti sul bordo del barilotto per liberarle del sale di troppo, foglio di carta ruvida gialla, rapida pesata, solite poche lire. Diventavano leccornie lavate, via la lisca, salsa verde e un po’ di burro in "rosetta" di pane.

La speranza, la fiducia e un po’ di ottimismo sono essenziali per mantenere in salute il proprio cervello e quello altrui.

La democrazia evoluta deve consentire l'utilizzo dei talenti personali sia che si trovino nella maggioranza che all'opposizione, per meglio operare in punto interesse generale e bene comune. Ed ogni persona deve potere fare quanto può per concorrere a realizzare quanto deciso.

Eniola Aluko 32 anni, genitori nigeriani, nata in Inghilterra, avvocatessa gioca a calcio gratificata e lieta. Ha però chiesto e ottenuto di interrompere il contratto in corso con la Juventus “perché in Italia c'è il problema del razzismo”.

Si legge che l'anidride carbonica (CO2) in soprappiù nell'atmosfera e fonte di tanti guai si potrebbe catturare, immagazzinare e trasformare in prodotti utili. Ben venga se si tratta di superare un'emergenza. Dobbiamo comunque produrne molto meno. Compete poi alle piante scindere la molecola e trarvi nutrimento per sé e liberando ossigeno per umani ed animali con modi e tempi intangibili dettati da Madre Terra.

Architetto Renzo Piano senatore a vita. Si comprende tutto ed è un  godimento  leggere l'intervista di Andrea Plebe su “La Stampa” del 29.11 scorso. Con un linguaggio semplice, rigoroso e chiaro Piano suggerisce cosa fare oggi e nel tempo a venire in Italia per la sicurezza, dopo averci lavorato e continuando a farlo con discenti e collaboratori.

Egli afferma  che l'Italia è in grado di fare quanto serve ma non si deve più attendere che si verifichino altre emergenze per dimostrarlo.

2 dic 2019

Il segno dell'etica.

Gli eventi climatici delle scorse settimane: piogge torrenziali, inondazioni, liquefazione delle calotte polari, innalzamento dei mari e oceani con allagamenti di abitati o di intere città (Venezia in Italia), smottamenti e crolli di importanti strutture, hanno chiarito in pratica a quali conseguenze possono portare gli aumenti della temperatura dell'atmosfera anche solo di 1,5-2 gradi centigradi.

A ricordarci inoltre che le strutture in cemento armato debbono essere di qualità e per durare alcuni decenni hanno bisogno di costante manutenzione; che lo strato superficiale di terreno su cui non si svolgono pratiche agricole intensive lungo i declivi va difeso dagli scoscendimenti mettendo a dimora specie vegetali adatte; che le reti di fossi e canali ed altre  opere idrauliche minori devono essere periodicamente visitate, pulite, mantenute e via elencando.

Utilizzando tecniche e tecnologie d'avanguardia perché nuove e numerose sono le implicanze negative che  si possono evitare conoscendo e prevenendo.

Tenendo conto che per abitare ci si sposta tendenzialmente dal territorio alla città, dove peraltro disinvoltamente si superano anche del 200% i limiti delle polveri fini ammessi nell'aria che respiriamo.

Le priorità sono fare funzionare bene intanto ciò che c'è e si conferma, dotandosi di quanto occorre, privilegiando la qualità, attribuendo ai controlli importanza sostanziale e non per lo più formale.

Parallelamente quanto si realizza di nuovo porti il segno dell'etica del lavoro ben fatto e l'esercizio della responsabilità rettamente intesa, che lasci tranquilli quanti fanno bene e aiuti gli accidiosi a ritrovare attraverso il lavoro il gusto di esserci.

Non instillare paure ad ogni piè sospinto perché è disdicevole sempre e particolarmente grave per quanti sono investiti di ruoli, funzioni pubbliche e d'interesse generale.

Infatti la Costituzione (art.54) richiede che tali funzioni siano svolte con “disciplina ed onore” ed in alcuni casi addirittura previo giuramento.

 

26 nov 2019

1.200 miliardi.

Sui conti correnti italiani ci sarebbero risparmi per 1.200 miliardi di euro che rendono poco o nulla ai titolari.

Si tratta di somma pari ad oltre la metà del nostro debito pubblico.

Se fosse investita in modo appropriato e con le opportune garanzie sarebbe ossigeno per la nostra economia e se ne avvantaggerebbero tutti: risparmiatori, investitori, produttori di beni e servizi, manutentori del territorio e dell'ambiente, agricoltura nella duplice concomitante funzione che le è riconosciuta di produttore e buon gestore dell'essenziale strato di terreno su cui essa si esercita e dell'intorno.

Per metterci mano occorre una iniziale dose di fiducia nel sistema Paese a partire dal governo nazionale.

Fiducia nella continuità dell'iniziativa nel tempo qualunque siano le forze politiche che si avvicendano al governo. Cioè tutti devono dimostrare di volere e sapere remare nella stessa direzione, stando sia in maggioranza che all'opposizione.

Operando in concreto già in questo modo in ogni proprio atto.

Generosamente dediti a svolgere al meglio i compiti della maggioranza che sono di realizzare con scrupolo e competenza quanto deciso.

Con l'opposizione che sollecita a fare bene e controlla che sia proprio così.

Con il rigore sostanziale di quando si ha a cuore un obiettivo deciso sulla fiducia e proseguito con conferme che essa è tuttora ben riposta.

Convinti che chiunque decide di scegliere e intraprendere il percorso delineato è fin d'ora benvenuto.

Il sasso nello stagno pare averlo lanciato più di recente il “Corriere della Sera” ne l'allegato “L'Economia” del 18.11.2019.

Anche studi di Fabrizio Barca con numerose persone e realtà coinvolte hanno fornito un originale contributo nel corso dei recenti tre giorni di studio a Bologna del Partito Democratico (il Manifesto 17.11.2019).

Non aspettiamoci miracoli perché si tratta perlopiù di situazioni e problemi inediti, che l'Umanità non ha mai dovuto finora affrontare. Per cui vanno trovate soluzioni alla ricerca delle quali siamo tutti chiamati.

 

19 nov 2019

Attentatore subdolo.

Autorevole ed incessante è il richiamo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai responsabili dei partiti politici affinché li utilizzino per determinare la politica nazionale secondo il dettato costituzionale.

A sua volta il Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha addirittura scritto ad ogni Ministro affinché formuli proposte per la soluzione dei problemi all'ordine del giorno. Adempiendo con disciplina ed onore al loro dovere (art. 54 Costituzione), imparando in continuazione insieme per migliorare il servizio prestato e l'autostima.

Quanto sopra si rende necessario per i continui tira e molla di partiti della maggioranza sostenitrice del governo M5S, Partito Democratico, Liberi e Uguali, Italia Viva.

A fronte della inconsistenza propositiva dell'opposizione: Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e della loro propaganda volta a ottenere consensi strumentalizzando incertezze, disorientamento, difficoltà reali per superare le quali occorre un proficuo e duraturo impegno di maggioranza ed opposizione.

Che nella distinzione dei ruoli concorrano entrambe a realizzare l'interesse generale ed il bene comune, al cui interno ottenere anche i giusti riconoscimenti per la qualità e l'utilità del lavoro rispettivamente svolto alternandosi democraticamente al governo.

Ponendo attenzione affinché l'attività economica privata e pubblica sia indirizzata e coordinata a fini sociali (art. 41 Costituzione).

Ricordando che allo straniero al quale sia impedito nel suo Paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione Italiana, ha diritto di asilo nel territorio della Repubblica (art. 10 Costituzione).

Ricordando infine che il punto XII delle disposizioni transitorie e finali della Costituzione vieta la riorganizzazione, sotto ogni forma, del disciolto partito fascista.

Attentatore subdolo dei valori etici e di libertà, pace, felicità.

 

 

 

13 nov 2019

In letizia strada facendo.

Circa ottant'anni fa Albert Einstein all'occhiuto doganiere teutonico che gli chiedeva di che razza fosse rispose: umana

Oggi sulle gradinate di stadi di calcio il giocatore supposto diverso per il colore della pelle lo si dileggia ostentando la croce uncinata nazista dei campi di concentramento e sterminio di triste, drammatica sconvolgente memoria.

Sappiamo che tenere a bada gli istinti belluini costa fatica e ne costa ancora di più cercare di esprimere il meglio di sé.

Nel piccolo e nel grande; e che i cattivi maestri portano responsabilità rilevanti.

Rimediare al degrado che ne consegue costa caro da ogni punto di vista: personale, umano, sociale, economico.

Non ci sono però scorciatoie: o ci si rieduca insieme, a valere anche come vaccino, o il rischio di permanervi o ricascarci incombe sempre con conseguenze pesanti e imprevedibili.

Lo si può fare in modo normale ordinario trattando le cose più comuni di ogni giorno con paziente implicito impegno, non dando nessuno per perso a priori (salvo i protervi).

Anche per non aggiungere a dubbi, incertezze, disorientamento ricorrenti ulteriori elementi di disagio.

In un Mondo globale mai così ricco di risorse ed opportunità, cui però i meno favoriti non riescono ad avvalersi; quindi costretti a restare in condizioni di vita non dignitose, comprensibilmente incattiviti; anche per conoscenze inadeguate  delle nuove  tecnologie sempre più presenti

Il grado di insoddisfazione rende queste persone particolarmente vulnerabili, quindi più disponibili a fare cose meno commendevoli pur di migliorare in qualche modo.

Misurare questo malessere che il Pil (Prodotto interno lordo) non considera è indispensabile per porvi rimedio.

Femmine e maschi in numero uguale non per scelta propria, che nonostante tutte le difficoltà ritengono comunque di potere stare bene insieme su questa Terra minuscola nel cosmo infinito esprimendo ciascuno il meglio di sé.

In letizia strada facendo.

6 nov 2019

Chi è causa del proprio mal pianga se stesso.

Appartengo alla generazione educata a fare le cose al meglio delle capacità di ognuno.

Mi sembra nel 1994 che le piogge autunnali ci sorpresero con la via centrale del paese sottosopra per interventi sulle canalizzazioni sotterranee ed il rifacimento della soprastante pavimentazione.

In precedenza avemmo cura di pulire le caditoie per la raccolta dell'acqua meteorica e le relative tubazioni di smaltimento, adottando altri modesti accorgimenti  d'intesa con l'impresa esecutrice dei lavori e la paziente utile collaborazione dei cittadini interessati.

Piovve a dirotto per parecchio ma nessun danno patirono le persone, i fabbricati ed i lavori in corso coinvolti nella situazione che si determinò.

Imparammo la lezione e da allora la pulizia periodica delle caditoie stradali sarà effettuata con periodicità che non ne pregiudicasse il buon funzionamento, cioè non aspettando che terriccio od altro riducessero lo spazio disponibile fino a saturarlo. E tenendo conto nella costruzione di nuove caditoie che la griglia sovrastante fosse orientata in modo da favorire l'ingresso dell'acqua che ruscella.

Ci è giovato ricordare anche che in passato d'autunno si formavano apposite corvé che pulivano i fossi di scolo a lato delle strade verso il torrente di fondovalle, a sua volta ripristinato nella sezione utile a  contenere e smaltire le portate massime verificatesi nel tempo.

Ora tutto questo va corretto e migliorato tenendo conto che il sovvertimento di equilibri naturali ha concentrato il tempo delle piogge aumentandone l'intensità, quindi raccolta e smaltimento hanno meno tempo a disposizione per effettuarsi normalmente.

Meglio quindi disciplinare l'acqua meteorica trattenendola nel terreno, dandole il tempo di percolare in falda; cosicché al torrente ricettore finale arriva solo la quantità che esso è in grado di smaltire.

Quindi o ci si comporta almeno complessivamente così per mettersi in sicurezza tutti, oppure può suonare drammatica la massima: “chi è causa del proprio mal pianga se stesso”.

30 ott 2019

Cincinnato.

Elezioni in Regione Umbria del 27.10.2019.

Sintesi:

  • ha stravinto il centrodestra a guida Lega (coalizione: Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia);
  • ha perso il centrosinistra (intesa Partito Democratico, M5S, Liberi e Uguali).

Darsi sollecitamente gli organi di governo ed organizzare una vivace, moderna opposizione; rimboccarsi le maniche ed iniziare a mantenere le promesse chi ha vinto, e a far capire cosa avrebbe fatto chi ha perso se avesse vinto.

Consapevoli che non si tratta di una parentesi da aprire e chiudere a piacimento ma di una tendenza dell'elettorato che pretende, giustamente, risposte più convincenti.

Tra chi ha perso ha mantenuto la sua posizione il Partito Democratico e s'è accentuata la deriva del M5S.

Tra chi ha vinto passano a due cifre Fratelli d'Italia a scapito di Forza Italia ridotta a poca cosa.

Continui il buon lavoro in corso il governo nazionale, facendo tesoro per migliorarsi anche dell'esito elettorale umbro.

Certo contano i partiti, le forze politiche in gioco, ma conta sopra tutto l'interesse generale ed il bene comune di persone, famiglie, imprese a partire da chi ha più bisogno.

A costo di fare come Cincinnato che torna alle usuali cose senza attendersi o pretendere altro dopo avere comunque compiuto quanto necessario, utile per la nostra bella intorpidita Italia.

La bestia social.

Dovevano dircelo Milena Gabanelli e Simona Ravizza come funziona “la Bestia Social della Lega” (Corriere della Sera, intera pagina, 21.10.19) cioè il meccanismo con cui si seducono le masse secondo il profilo di gradimento del Capo.

Capo che ha già gestito per oltre un anno un grande potere: leader della Lega, vice presidente del Consiglio dei Ministri, ministro dell'Interno conoscendo ed elencando i problemi dell'Italia e le difficoltà di porvi mano in modo assennato ed efficace, aspettando però che altri vi si cimentassero. Quando s'accorse di dovere fare sul serio non ebbe il coraggio e fece saltare il governo   lasciando le patate bollenti – intanto il Def (Documento di economia e finanza) per l'anno 2020 – ai sopravvenuti che vi stanno provvedendo. Una iniezione di fiducia verso il nuovo governo ha fatto abbassare lo spread facendoci risparmiare parecchi miliardi di interessi sul debito pubblico da utilizzare per il lavoro, lavoratori, famiglie, imprese insieme ad altri proventi, come quello di fare pagare le tasse a quanti non le pagano.

Il Capo da tutto questo non ha patito contraccolpi perché una specialissima squadra di “35 esperti digitali che coprono la sua vita pubblica e privata per 24 ore al giorno festività incluse, con il vincolo della riservatezza assoluta” provvede comunque a fargli fare bella figura.

Le giornaliste scrivono che funziona addirittura meglio delle analoghe squadre  del presidente del Brasile Bolsonaro, di quello USA Donald Trump e del Primo ministro indiano Narendra Modi.

Tutto è organizzato per arrivare al potere per poi farci cose che nessuno sa e di cui i fan così formati non chiederanno comunque mai conto.

La squadra chiede al Capo disponibilità assoluta e fisico eccellente nonché la capacità di finalizzare il tutto per ottenere consenso fideistico fuori discussione. Obiettivo finora raggiunto ma non si sa se e quanto duri.

Gabanelli e la collega Ravizza offrono un quadro completo di come funziona la macchina, quanto costa, chi paga e le modalità di cui il Capo s'avvale, nonché l'uso di strumenti e tecniche ultramoderne per ottenere una fedeltà vassalla che non si discute.

Si suppone che per le promesse che non avranno mai un seguito provvederà il Capo a indicare i capri espiatori.

Se invece tutto si riducesse ad inventare una forma diversa dell'attuale centrodestra: un nome ed un simbolo moderni ed accattivanti di cui ergersi leader indiscusso?

Ebbene così sia.