L'opinione di Giovanni Saracco

7 nov 2017

Ha votato meno della metà degli aventi diritto.

In Sicilia le elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale  hanno dato in estrema sintesi questi risultati:

Ha vinto il centrodestra con  Nello Musumeci al 40%;

Secondo è arrivato il M5S con Giancarlo Cancelleri al 34,6 %;

Terzo il centrosinistra con Fabrizio Micari al 18,5%;

Quarto la sinistra con Claudio Fava al 6,2%.

All'interno delle coalizioni le principali forze politiche hanno ottenuto questi voti:

Forza Italia 16,4%;

M5S 26,7%;

Partito Democratico 13,2%;

Mdp, SI, altri 5,3%.

Il centrodestra è andato meglio di quanto sperava;

Il M5S riteneva di vincere e non  ce l'ha fatta;

Il Partito Democratico: meno peggio di quanto temeva, meno di quanto sperava.

Ha votato meno della metà degli aventi diritto.

La coalizione vincente non ha i numeri per governare da sola.

Interessanti gli sviluppi che ci saranno per formare una maggioranza stabile con un programma che dia risposte concrete ai bisogni, necessità, esigenze delle persone, del lavoro,dell'economia, della legalità.

I precedenti consentono di affermare che il voto delle regionali ha una sua specificità, da non prendersi quindi a misura o anticipazione di quanto potrà verificarsi alle elezioni politiche della primavera prossima.

Le singole forze politiche non potranno non tenere conto di quanto è avvenuto per cercare  di migliorare comunque il proprio fare.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.