L'opinione di Giovanni Saracco

8 nov 2017

Le quattro Libertà.

Pensionati che amano la vita, in salute, persone normali nella quotidianità e nei viaggi per il mondo che intraprendono quando scatta l'uzzolo, Alda e Claudio prediligono gli Stati Uniti di cui conoscono vita e miracoli.

Capaci di vivere in simbiosi con le persone dei luoghi visitati, padroneggiano la lingua; tutto di loro denota che sono persone perbene e glielo riconoscono.

Ideali ambasciatori del Made in Italy senza darlo ad intendere, quindi particolarmente efficace. E si divertono ad esserlo come la loro natura li ispira.

Visitano e documentano il meglio delle grandi città ma non disdegnano realtà minori, lande disabitate e luoghi impervi. Con la passione dei neofiti ed il sorprendente livello tecnico ed organizzativo che nulla lascia al caso.

Rientrati a casa organizzano e mettono a punto il materiale raccolto e girato e ne escono documentari straordinariamente efficaci per fare rivivere quanto da essi praticato e divulgarlo.

Da impenitente "bogianen" ho il privilegio di accedere a questo bene di dio comodamente in poltrona con loro a disposizione per aiutarmi a capire con le immagini, le colonne sonore ed i commenti appropriati i temi trattati. Con tutti i sensi che concorrono a gustare quanto viene proposto.

Nella circostanza emergono sensazioni nuove anche per loro, gratificati per averli resi godibili come se  fossi stato della partita.

Consapevoli insieme che tutto ciò è possibile perché la democrazia e la società statunitense si rifanno a principi di alto profilo che ne caratterizzano la vita, indirizzandola, non senza contraddizioni, verso condizioni e rapporti più equi ed evoluti.

Come emerge dalla dichiarazione del Presidente Franklin Delano Roosevelt proclamata al Congresso degli Stati Uniti il 6 gennaio 1941, nota come "Le quattro Libertà".

"Nei giorni a venire che noi cerchiamo di rendere sicuri, noi desideriamo intensamente un Mondo fondato su quattro essenziali libertà umane.

La prima è la libertà di parola e di espressione – ovunque nel Mondo.

La seconda è la libertà di ogni persona di venerare Dio a modo proprio - ovunque nel Mondo.

La terza è la libertà dal bisogno….ovunque nel Mondo.

La quarta è la libertà dalla paura….  in qualsiasi luogo del Mondo."

(Testo tradotto da Alda e Claudio.)

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.