L'opinione di Giovanni Saracco

27 mag 2016

Pensieri in libertà.

Sogniamoci le 40 ore di lavoro la settimana per tutti. Per lavorare tutti bisogna lavorare meno e meglio.

Per ridurre il debito pubblico ci sono due possibilità: produrre più quantità o più qualità. Meglio più qualità.

Sarà mica che i migranti fanno paura perché possono diventare sindaco di Londra ? (ricordandoci che il sindaco di New York è figlio di migranti italiani).

Bravo Renzi che per il voto Sì o No al referendum di ottobre prossimo di conferma della riforma del Senato, dalla tesi "partigiani combattenti" e l'antitesi "giovani iscritti all'ANPI" ha tratto la sintesi: "facciano tutti come il cuor gli ispira".

Suggerisco che anziché usare il referendum per dare addosso a qualcuno discutiamo per capire meglio tutti.

Giorgio Napoletano presidente emerito della Repubblica ha affermato che il riscatto di Napoli è possibile e sarebbe un forte stimolo per tutto il meridione. Dipende però dai napoletani tenere in equilibrio cuore e ragione, fantasia e concretezza, tradizione e modernità. Istituzioni ed economia debbono aiutare soprattutto con il lavoro e facendo rispettare le regole.

Austria. Per un pelo – 31 mila voti – la destra peggiore non è arrivata alla presidenza di questo Paese. L'hanno evitato – pensate un po' – gli elettori per corrispondenza. In passato un caporale nato lì ci riuscì in Germania e fu un'ecatombe mondiale. Un grazie dunque alle Poste ed ai mittenti.

Una via per ricordare Giorgio Almirante? Cosa ci scriverebbero sulla targa toponomastica nello spazio per definire con due parole il suo ruolo per questo riconoscimento ?

Califfato e terrorismo. Si contrastano e battono dimostrando concretamente che tutti possono vivere meglio dove non ci sono.

Bar lungo l'autostrada nel cuneese. Entro: «Buongiorno, mi dà un gelato?». «Non ce l'ho». «Qualcosa che gli assomigli?». «Una crema-caffè». «Vada per quella». La laconicità della gestrice nascondeva una leccornia da due euro, quasi estorta.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.