L'opinione di Giovanni Saracco

22 giu 2016

Refolo.

Nei ballottaggi per le elezione dei sindaci a Roma è andata com'era prevedibile.

A Torino la novità vera con Piero Fassino sindaco uscente che aveva fatto bene battuto dai consensi di elettori variamente motivati, perlopiù su problemi riferibili alla quotidianità delle periferie ed alle condizioni di vita delle persone più disagiate.

A Milano Giuseppe Sala ha prevalso su Stefano Parisi contendente coetaneo non del tutto dissimile. Dichiarandosi in continuità con l'ottimo lavoro di Giuliano Pisapia sindaco che non s'è riproposto.

A Napoli e Bologna rieletti i sindaci in carica Luigi de Magistris e Virginio Merola.

Complessivamente e senza alcun dubbio il nuovo giovane interpretato dal Movimento cinque stelle ha prevalso nelle realtà in cui si è presentato. Ora dovrà confermarsi alla prova dei fatti.

Se l'impegno andrà nella direzione degli interessi generali e del bene comune dovrà essere riconosciuto con un lavoro dall'opposizione serio, propositivo, competente.

Proprio lì si misurerà se il vento che spira è di cambiamento in meglio o refolo che lascerà il tempo che trova.

Personalmente m'auguro che prevalga lo sviluppo di qualità nelle realtà amministrative interessate, per il quale tutti siamo chiamati a fare la nostra parte.

Nei ruoli assegnati dagli elettori o comunque rispecchianti la loro volontà.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.