L'opinione di Giovanni Saracco

6 apr 2018

Da uomo della strada.

Un'occhiata al mondo da uomo della strada.

Definire altalenante, umorale, forse un po’ miope-egoista la politica estera degli USA non servirà a farsene un'idea approfondita, ma consente di non crucciarsi eccessivamente dei riflessi che essa può riverberare sulla nostra vita di alleati atlantici e non solo.

Adesso sembra esserci attesa di chissà cosa dall'incontro che si sta preparando del presidente Donald Trump con il leader nordcoreano Kim Jong-un, dopo essersene dette di tutti i colori e mostrando anche i muscoli di esercitazioni militari USA in prossimità insieme alla Corea del sud.

Comunque iniziare a ragionarci è un benvenuto passo nella giusta direzione.

In Turchia il presidente Erdoğan non perde occasione di trattare a pesci in faccia il popolo curdo, considerandolo addirittura un potenziale eversore dell'ordine costituito.

Salvo poi prendere atto insieme a tutti del determinante contributo da esso fornito per debellare militarmente il califfato e l'Isis terrorista e suo braccio armato, nei luoghi simbolo in cui si era insediato. 

Possibile che non si possa trovare un accettabile grado di indipendenza all'interno di una convivenza civile statuale unitaria?

I drammatici fatti di alcuni giorni fa durante i quali una manifestazione palestinese è degenerata in scontro armato con 16 morti ed oltre 1400 feriti palestinesi confermano che due Stati per due Popoli resta l'obiettivo cui traguardare, facendo passi tra i più avveduti di ciascuna parte per una convivenza che intanto bandisca la violenza ed il sopruso, come premessa che esistono le condizioni per proseguire nel virtuoso percorso fino alla soluzione ambita.

In Spagna la Catalogna ritiene di potere fare meglio per sé e come contributo alla comune unitaria convivenza, se le fossero riconosciuti gradi di autonomia maggiori, senza ergersi come entità statualmente autonoma.

Se queste premesse sono reali una politica saggia dovrebbe passare dagli attuali atti di polizia, con conseguenze giudiziarie che limitano le libertà personali, a riflessioni comuni che raccolgano quanto di positivo esiste, dando loro la concretezza già possibile adesso e suscettibile di sviluppi a venire.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.