L'opinione di Giovanni Saracco

24 feb 2014

Con chi ci sta e ci starà.

A seguito de “L’opinione straordinaria del 22.2 scorso “Matteo Renzi. Mi fa piacere pensarlo così”, un lettore ha inviato le seguenti riflessioni consentendone la pubblicazione.

 

“Ti leggo perché da tempo mi scrivi, ma credo di non avere il piacere di conoscerti.

Non sempre condivido le tue opinioni, ma con una certa frequenza sono vicine al mio sentire.

La nota su Matteo Renzi è una di quelle che assolutamente non condivido. Paragonarlo ad un novello Cincinnato (che passò alla storia per essersi ritirato in buon ordine a vita privata dopo aver servito Roma), mi pare un falso senza eguali. Se per noi Renzi può passare alla storia ora, è solo perché ci ricorda Bruto più che Cincinnato. L’opinione è piena di frasi fatte e luoghi comuni, un elenco di quello che Renzi dice, ma non ha ancora dimostrato nulla di tutto ciò e non dice mai come farlo: sono i suoi fans che “si inventano” ciò che accadrà. Ti sei chiesto che ne è stato del conflitto di interessi che tanto ha riempito la sua cosiddetta campagna elettorale?

Speriamo che ciò che dice corrisponda al vero, ma dubito molto”.

 

Al mio interlocutore ho già risposto così: buondì, grazie per le osservazioni sull’opinione “Matteo Renzi. Mi fa piacere pensarlo così” del 20.2. Pensarlo così, appunto, non affermare che lo sia; un mio auspicio quindi. Cordialità.

 

Tornando a noi, ritengo che Renzi con il nuovo governo funzionante, risponderà coi fatti alle priorità di vita di cittadini, famiglie e imprese. Rilanciando il lavoro per un’economia nuova e solidale. Intanto pagando come Stato i suoi debiti alle imprese, riducendo il peso fiscale su di esse e sui lavoratori con il recupero dell’evasione e con le economie sulle spese dello Stato; quindi utilizzando la disponibilità delle banche per riaprire il credito.

Parallelamente rendendo l’apparato pubblico più agile e preparato a supporto della volontà e capacità di intraprendere e fare bene quanto occorre a casa nostra; quindi come sistema - Paese in Europa, e con essa nel Mondo.

E molto altro ritengo farà Renzi con chi ci sta e ci starà, nel corso della presente legislatura.

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. A presto.